GLOSSARIO

Apprendimento motorio: Processo graduale di acquisizioni di singole abilità costituenti prerequisiti di sensibilità, forza e coordinazione per complesse attività motorie. Processo indispensabile per ottenere un recupero di qualità.

Asfissia O soffocamento: E’ la condizione nella quale l’assenza o la scarsità di ossigeno impedisce una respirazione normale al neonato e si può manifestare anche intraparto, in seguito ad alterazioni nella circolazione fetoplacentare.

Clono: Sbattimenti forti, incontrollabili e veloci di un distretto muscolare dovuti ad iperattività neurologica di tipo spastica.

Crosystem: Strumento medicale che produce 100 vibrazioni meccaniche al secondo a 100 Hz. Queste vibrazioni arrivano al cervello il quale, grazie a questo segnale, è in grado di inviare impulsi corretti ai muscoli e, per conseguenza, la spasticità si scioglie.

Emorragia intraventricolare: Si intende il sanguinare all’interno dei normali spazi di fluido ventricolari del cervello.

Epidemiologia: E’ la disciplina della medicina che si occupa dello studio della distribuzione o frequenza di malattia e di eventi di rilevanza sanitaria nella popolazione, del decorso e delle conseguenze della malattia.

Emiplegia/emiparesi Paralisi: lieve e incompleta di un lato del corpo da trattare con riabilitazione specialistica per paralisi cerebrale infantile.

Eziologia: Spiegazione di un nome.

Forme atassiche: Disturbo della coordinazione e dell’equilibrio.

Forme spastiche: Aumento costante del tono di vari muscoli, è caratterizzato dalla paralisi del movimento volontario e della coordinazione.

Leucomalacia periventricolare Peri: significa vicino, ventricolare si riferisce ai ventricoli cerebrali o ad altri spazi di fluido nel cervello. Il termine leucomalacia indica l’ammorbidirsi della sostanza bianca del cervello. Tale ammorbidimento si verifica perché il tessuto nervoso in questa area è morto.

Patogenesi: Lo studio dei modi attraverso cui avvengono alterazioni dello stato fisiologico in un determinato contesto morboso.

Recettori cutanei: Terminazioni nervose che raccolgono gli stimoli esterni e li inviano al Sistema nervoso centrale per l’elaborazione ottimale dei comandi corretti da inviare ai muscoli.

Recupero funzionale: Recupero realizzato con l’aiuto della forza dei muscoli sani senza favorire la comparsa della forza e coordinazione di quelli paretici.

Recupero corretto: Recupero della funzionalità dei muscoli paretici evitando l’aiuto della forza e coordinazione dei muscoli sani.

Spasticità: Ipertono muscolare diffuso e irradiato (esteso) che nella paralisi cerebrale infantile si propaga ai vari arti interessati dalla patologia.