ALTER – G + METODO CROVIN

La Terapia

L’integrazione tra il Metodo CroVin e Alter-G rappresenta un’innovazione terapeutica dalle interessanti potenzialità per una serie di fattori tecnici e metodologici.

Ciò per la complementarietà tecnica dei due approcci in quanto se da una parte il Metodo CroVin, applicabile solo distrettualmente agli arti inferiori, agisce  prioritamente sulla normalizzazione tonica e sul recupero della forza muscolare e,  solo indirettamente, sul ripristino  della coordinazione articolare, dall’altra parte con Alter-G è possibile stimolare globalmente gli arti inferiori,  agire prioritariamente sul recupero della coordinazione articolare e, solo indirettamente, sulla normalizzazione tonica e sul recupero della forza muscolare.

Sull’Alter-G è possibile disporre di una lettura riabilitativa più chiara delle intrinseche disfunzioni di movimento del paziente con Paralisi cerebrale infantile a beneficio di una programmazione dell’intervento terapeutico con il  Metodo CroVin più mirata ai problemi specifici di ogni singolo paziente.

Per converso il paziente trattato  con il Metodo CroVin beneficia sull’Alter-G di una propriocettività distrettuale e globale esaltata che consente un’ ottimizzazione della deambulazione assistita dallo sgravio del peso controllato. E non ultimo, con l’integrazione tra CroVin e Alter-G è possibile lavorare sull’apprendimento o il consolidamento di singole fasi per la conquista dell’ortostatismo e della deambulazione, fasi particolarmente critiche perché assenti, o non completamente  gestibili dal paziente o strutturate in comportamenti motori compensativi.